Come avevo accennato nel post “Viaggiare da soli – Bucarest“, l’anno scorso mi si è presentata un’opportunità di lavoro in Portogallo, e per la precisione a Lisbona.

Non essendo mai stata in Portogallo prima di allora, ma desiderando da tanto fare un’esperienza all’estero, ho colto la palla al balzo.

Mai mi sarei immaginata che sarei finita a lavorare in questo paese: nella mia lista dei posti da visitare, non rientrava tra i “prioritari”. E non perché non mi ispirasse, ma perché semplicemente, proprio perché del Portogallo non sapevo nulla, non lo avevo ancora preso in considerazione.

È successo tutto molto in fretta, ma sono riuscita ad organizzarmi senza problemi: il lunedì di Pasquetta ho fatto il primo colloquio via Skype con l’azienda che mi aveva contattata, martedì e mercoledì il secondo e il terzo, sabato sono partita per Lisbona e il lunedì successivo ho iniziato il nuovo lavoro.

L’arrivo è stato meno traumatico di quanto mi aspettassi: a parte qualche problema a comprare il biglietto della metro, quando sono arrivata a piazza Marques de Pombal, era buio, pioveva e non riuscivo a trovare il mio ostello, ma ho trovato subito due ragazzi gentilissimi che hanno telefonato per me e si sono fatti spiegare dove si trovasse il posto (a un metro da dove ci trovavamo, solo che non c’era nessuna insegna).

Attorno a me c’era questo:

maxresdefault

ma ero troppo agitata e stanca per poterlo notare, e me ne sono accorta solo la mattina dopo, quando sono uscita per fare un giro della città.

La mia azienda si trovava vicino al mio ostello, ma dovevo comunque farmi un’idea del posto dove avrei vissuto. Come fare, avendo un giorno a disposizione prima di iniziare una frenetica settimana di lavoro?

Ho usato due semplici tecniche.

  1. Sali sulla metro, scendi qualche fermata dopo e poi ritorni indietro a piedi. Nel mio caso, ho preso la Linea Blu fino a Santa Apolonia (dove poi sono andata a vivere – coincidenza? Io non credo, direbbe Adam Kadmon).lis-2                Ho passeggiato sul lungofiume e sono arrivata a Praça do Comercio:3Ho continuato a camminare per la strada pedonale principale, passando davanti all’Elevador de Santa Justa, fino a Praça Dom Pedro IV, la Stazione di Rossio e Praça dos Restauradores.

    Infine sono risalita lungo il viale alberato di Avenida da Liberdade per tornare al mio punto di partenza.

  2. Prendi un bus turistico.

city_sightseeing_lisbon_bus_tour_featured_feat_block

Poco stiloso, ma efficace se hai poco tempo a disposizione.

city-sightseeing-lisbon-hop-on-hop-off-tour-in-lisbon-42410

Linea rossa, linea blu, e più o meno mi ero fatta un’idea dei luoghi che avrei visitato alla prima occasione (cioè, ogni weekend).

Annunci