Sibiu è una città di circa 155 mila abitanti, ed è situata nel centro della Romania, ai piedi dei monti Carpazi. Per secoli ha fatto parte dell’impero austro-ungarico come principato indipendente, perciò è caratterizzata da un’architettura che richiama le città tedesche e ungheresi.

10547526_1459306634336990_6949837967673693184_n
Piata Mica (Piazza Piccola)

La città è suddivisa in una parte bassa e in una alta (dove è situato il centro storico vero e proprio), collegate tra loro da suggestive scalinate come il Pasajul Scărilor (Il passaggio delle scale).

WP_20140728_00720140804012730

Nel 2007, Sibiu è stata capitale europea della cultura e tuttora continua a dimostrarsi degna di questo titolo. La città offre innumerevoli attività di svago per ogni gusto: festival culinari, musicali (dalle danze tradizionali all’heavy metal), letterari, cinematografici, workshop di artigianato e di balli popolari, opere teatrali e liriche. E’ difficile trovare un ristorante del centro dove si mangi male o che sia troppo costoso.

WP_20140730_015

Cosa visitare. I punti di interesse storico e artistico della città sono moltie vari. Tra essi ricordo:

– la cattedrale greco-cattolica situata in Piazza Grande, il cuore della città;

– il Museo Brukenthal (a proposito del quale potete leggere questo articolo da me tradotto qualche tempo fa), sempre nella piazza principale, e subito accanto, la Casa Azzurra, che ospita varie mostre durante tutto l’anno;

– Pasajul Scarilor (il Passaggio delle Scale);

WP_20140729_00220140804013337
La Casa Azzurra, a sinistra; il Palazzo Brukenthal subito accanto.

– la Torre del Consiglio (Turnul Sfatului) dalla cima della quale potrete ammirare tutto il centro storico;

– la cattedrale evangelica (situata in Piazza Huet) e la chiesa ortodossa;

– il museo delWP_20140728_01020140804012949l’etnologia e il museo della farmacia (a Sibiu è stata aperta la prima farmacia di tutta la Romania, nel 1494, e il primo ospedale, nel 1292);

– i resti della cinta muraria che circonda la città, ancora ben conservati;

– il museo delle locomotive a vapore;

– il museo del villaggio (Muzeul Satului), a una quindicina di minuti dalla città: è il museo etnologico più grande della Romania e vi sono riprodotte, a scala naturale, abitazioni tipiche romene di tutte le regioni, all’interno di un enorme parco con lago;

WP_20140803_012WP_20140803_023

– Ocna Sibiului (Salina di Sibiu), una stazione termale poco distante dalla città;

– Păltiniș, stazione sciistica frequentatissima sia d’inverno che d’estate.

Per maggior informazioni, ecco il sito ufficiale della città, con il calendario degli eventi e delle manifestazioni, informazioni utili su come arrivare e come spostarsi, etc.: http://www.sibiu.ro/

Annunci