Valerian e la città dei mille pianeti (Valerian and the City of a Thousand Planets), film del 2017 diretto da Luc Besson, con Dane DeHaan, Cara Delevingne, Clive Owen.2017071100010821valerian_and_the_city_of_a_thousand_planets

Trama: Valerian e la Città dei mille pianeti è uno strabiliante, psichedelico viaggio intergalattico tra culture aliene e terre incontaminate, al fianco degli agenti speciali operativi Valerian (Dane DeHaan) e Laureline (Cara Delevingne). Incaricati di mantenere l’ordine nel vasto universo, i due giovani agenti fanno squadra sotto le direttive del governo dei territori umani, imbarcandosi in mirabolanti imprese ai confini della galassia. Quando la loro missione li conduce alle porte della città di Alpha, una metropoli rivoluzionaria in continua espansione, e dove esemplari di specie provenienti da diversi angoli dell’universo vivono in un regime pacifico di condivisione del sapere, assistono con i loro occhi ai risultati dell’incredibile progresso tecnologico e scientifico, che emerge dal diffuso benessere della comunità. Tuttavia, dopo secoli di pace e prosperità, qualcuno sta tentando di frenare tale progresso e innescare il crollo dell’intero sistema. Il comandante delle forze umane (Clive Owen) concede agli agenti sul campo meno di dieci ore di tempo per individuare ed estirpare l’origine della minaccia. Intanto Valerian, che ha fama di incorreggibile dongiovanni spaziale, non si lascia sfuggire occasione per corteggiare l’avvenente compagna di squadra, nemmeno se braccato da micidiali nemici o in fuga da creature mostruose. Diretto dal regista visionario Luc Besson, Valerian si basa sull’omonimo fumetto francese di fantascienza degli anni sessanta, il cui stile complesso e curato nei minimi dettagli ha influenzato una delle sue pellicole più famose: Il quinto elemento. (Coming Soon)

Non conoscendo il fumetto cui si ispira (una serie nata nel 1967 e ideata da Pierre Christin e Jean-Claude Mézières), non conoscendo l’attore principale e non avendo una buonissima opinione sulla recitazione di Cara Delevingne, mi sono affidata al buon nome di Luc Besson (Léon, Nikita, Il quinto elemento).

La storia prende un po’ spunto da alcuni grandi classici della fantascienza (in particolare da Star Wars) ma i richiami non sono talmente evidenti da essere fastidiosi. C’è una buona dose di azione ma anche buoni dialoghi (tranne quelli di Cara Delevingne), e una cura maniacale dei dettagli scenografici e degli effetti speciali.

rihanna-banner-valerian

La rosa di personaggi diversi tra loro e abbastanza caratterizzati conferiscono buon ritmo alla storia, che non ha mai momenti morti. Perfino il cameo di Rihanna risulta avere un senso – alla fine.

 

 

L’unico dettaglio che stona è la scelta dei protagonisti. Troppo giovani, per essere credibili.

1200px-valerian_e_la_cittc3a0_dei_mille_pianeti

Probabilmente la pellicola è ideata per attirare il pubblico adolescente (come molti degli ultimi film di fantascienza), ma già dall’alto dei miei ventotto anni sentivo che c’era qualcosa che non andava.

Ad un certo punto il protagonista viene messo faccia a faccia con il se stesso all’età di dieci anni, ed è facile che allo spettatore venga da sorridere e pensare “sì, insomma, ieri”.

Dane DeHaan è un ’86, eppure non è abbastanza convincente nel ruolo di ufficiale maggiore con anni di esperienza alle spalle.

Nonostante ciò, forse il fatto di non aver scelto due volti già iper noti, ma due facce relativamente nuove al pubblico (non ricordavo di aver visto DeHaan in altri film, e Cara Delevingne è ancora alle prime armi come attrice) potrebbe essere stata una buona idea, in modo da permettere allo spettatore di concentrarsi interamente sulla storia e non solo su due protagonisti super famosi.

Annunci